stili-di-shiatsu

I diversi stili dello Shiatsu

Lo Shiatsu è una disciplina che segue regole e principi solidi e ben definiti, che affondano le radici della medicina tradizionale cinese. Ciònonostante, a partire dallo scorso secolo, sono nate da esso differenti stili e interpretazioni.

Il primo ad avere il merito di dare una organizzazione didattica essenziale alla metodologia Shiatsu è stato il maestro Tokujiro Namikoshi. Nel 1940 vedeva quindi la luce il primo canone per il corretto svolgimento di un trattamento, ed un corpus di regole condivise che facilitava e uniformava l’insegnamento dello Shiatsu a coloro che volevano diventare esperti in questa disciplina.

Successivamente il Maestro Shizuto Masunaga, inizialmente collaboratore di Namikoshi, elaborò una differente metodologia di Shiatsu che si basava più sulla visione energetica del ricevente in quanto persona.

Questi due stili – il Namikoshi e il Masanuga – sono gli stili di Shiatsu più conosciuti e praticati al mondo. Vediamo insieme quali sono le loro peculiarità.

 

Lo Stile Namikoshi

Lo stile Namikoshi, è diffuso prevalentemente in Giappone. È riconosciuto dal Ministero della Salute Giapponese, ed è a tutti gli effetti ritenuto un valido metodo di cura.

Avvalendosi delle conoscenze della scienza occidentale, Namikoshi ritenne di concentrarsi sui sintomi della malattia e quindi di intervenire sulle stesse, sia in via preventiva che terapeutica.

Lo stile Namikoshi è conosciuto anche come lo stile “dei pollici sovrapposti”, perché la pressione nei punti specifici da trattare – trovati e mappati proprio dallo stesso Namikoshi –   viene prevalentemente eseguita in questo modo. Lasciando in secondo piano i palmi, i gomiti, gli avambracci o i piedi. La pressione inoltre può avvenire oltre la soglia del dolore, poiché riteneva il maestro che lì risiede la maggiore efficacia del trattamento.

L’effetto di un trattamento shiatsu secondo lo stile Namikoshi è prettamente tonificante, in linea con la cultura e lo stile di vita nipponico.
Secondo i dati forniti dal governo Giapponese – non riconosciuti però né in Italia né in Occidente in generale – è una tecnica dall’elevata efficacia curativa che agisce in tempi rapidi.

Lo Stile Masanuga

Al contrario dello stile Namikoshi, da cui pure nasce e si sviluppa, lo stile Masunaga – dall’ideatore Shizuto Masunaga – ha una visione marcatamente olistica e verte sul benessere psico-fisico della persona, mettendo in secondo piano l’aspetto medico-curativo.

In questo stile lo Shiatsu è considerato come un ottimo trattamento da utilizzare parallelamente alle effettive cure mediche.

Lo stile Masanuga punta a un riequilibrio generale delle energie dell’organismo.

Il ristagno o la cattiva circolazione del qi – l’energia vitale presente in ogni essere umano – sarebbero le cause principali delle condizioni di malessere delle persone.

L’attenzione di questo stile si sposta dai sintomi, alle cause dello squilibrio energetico.

È lo stile più diffuso in Occidente. Si pratica con le dovute pressioni tipiche dello Shiatsu, ma non solo utilizzando i pollici. I palmi della mano sono altrettanto importanti, difatti questo stile è anche conosciuto come “lo stile della mano madre e della mano figlia”. Con loro anche avambracci, gomiti e, all’occorrenza, ginocchia, hanno una parte importante all’interno di un trattamento Shiatsu.

Con lo stile Masunaga si punta ad un rilascio delle tensioni muscolari, alla regolarizzazione del respiro, del battito cardiaco e della temperatura corporea.

Il benessere così non è volto ad un solo settore corporeo, ma esteso alla persona nella sua interezza, sia essa psichica, emotiva che fisica.

Altri stili di Shiatsu

Con l’emigrazione giapponese nel corso del novecento, lo Shiatsu si è diffuso in tutto il mondo, adattandosi di volta in volta alle necessità e alle richieste della popolazione locale.

È avvenuto questo con le prime emigrazioni nipponiche in Brasile, dove lo Shiatsu si è unito alle tecniche autoctone, oppure negli USA e in Europa, sviluppando di volta in volta un trattamento ora più incentrato sulla rilassatezza del corpo, ora sulla sua tonificazione. Altre volte puntando maggiormente sul relax psicologico, altre ancora assumendo caratteri più meditativi e spirituali.
In definitiva, possiamo dire che esistono tanti stili di Shiatsu e che probabilmente, con l’evolversi della Società, ne nasceranno molti altri.

È importante però rivolgersi sempre a operatori che non tradiscano il reale scopo dello Shiatsu, cioè quello di procurare benessere alla persona, favorire il naturale recupero del corpo umano e il ristabilimento dell’equilibro energetico in grado di armonizzare corpo, psiche e anima.

Potrebbe interessarti anche:

condividi questo articolo

Condividi su facebook
Condividi su linkedin
Condividi su email

Scegli Finalmente di stare bene

Scegli Finalmente di stare bene

Iscriviti alla nostra lista esclusiva per ricevere consigli direttamente nella tua casella di posta

trattamenti

  • Massaggio Shiatsu
  • Massaggio Ayurvedico
  • Riflessologia Plantare
  • Massoterapia
  • Massofisioterapia
  • Massaggio Svedese
  • Trattamento Reiki
  • Massaggio Decontratturante
  • Massaggio linfodrenante
  • Massaggio antistress / rilassante
  • Massaggio californiano
  • Trattamento cranio sacrale