Lo Shiatsu per il mal di testa

Lo Shiatsu per il mal di testa

In Oriente, così come da noi in Occidente, la testa è considerata una delle parti più importanti del corpo umano. Preservare il suo benessere ed essere capaci di intervenire efficacemente con dei trattamenti in caso di cefalea è fondamentale.

La MTC (medicina tradizionale cinese) non fa distinzione tra emicrania e cefalea tensiva. Il “mal di testa” è considerato uno squilibrio dell’organismo, un disturbo di natura yang, poiché qui confluiscono tutti i meridiani yang del corpo umano. Non solo. Qui confluiscono anche l’energia e il sangue proveniente dagli organi interni.

La disarmonia provocata dall’eccesso o deficit di yang, così come il vuoto o il pieno di un meridiano corrispondente, è alla base dei molteplici mal di testa possibili. Saper individuare quale tipo di mal di testa ci affligge e localizzarlo consente di intervenire sulla causa del mal di testa e non solo sul sintomo.

QUALI SONO LE CAUSE DEL MAL DI TESTA?

Tale squilibrio può essere causato da diversi fattori, riassumibili in tre gruppi principali:

Eventi climatici

Gli eventi climatici che causano il mal di testa sono l’esposizione eccessiva a caldo, freddo, umidità o vento. Lo sbalzo energetico provocato da questi fattori può alterare l’equilibrio, sia sul piano fisico sia su quello mentale. Si parlerà dunque di cefalea da umidità, da vento-freddo oppure da vento-calore.

Diete e/o abitudini errate

Il cibo che introduciamo nel nostro organismo, i pensieri che coltiviamo e il modo in cui li coltiviamo, l’alimentazione e il consumo di sostanze che danneggiano la salubrità del nostro fisico (e dunque, olisticamente parlando, dell’unità mente-corpo) può essere all’origine di mal di testa, localizzati in zone ben precise del capo.

Prova un massaggio shiatsu

Emozioni nocive

Corpo e mente sono strettamente legati e uno squilibrio di queste può essere il motivo di malessere. Per “emozione” nella MTC si intende, oltre a gioia, tristezza, rabbia e paura, anche l’eccesso di attività mentale (il cosiddetto lavorio, il rimuginare…), le preoccupazioni, le frustrazioni e, più in generale, lo stress, di qualunque origine esso sia.

I MERIDIANI E GLI ORGANI COINVOLTI

Tra le cause del mal di testa che abbiamo visto, vorrei dire qualcosa di più a proposito delle emozioni.

Ogni emozione intensa o prolungata ha un organo bersaglio. Tutti gli organi sono collegati ad altri organi e ad altre parti del corpo. Ci sono dunque delle emozioni, siano esse consapevoli o no, che vanno a colpire determinati organi e questi, una volta danneggiati, vanno a riversare, mediante il fluire dell’energia e del sangue, malessere al capo. Causando in questo modo i fastidiosi mal di testa di cui ci stiamo occupando.

Questo accade perché, come abbiamo visto, nella testa confluiscono i meridiani yang.

Quali sono dunque i meridiani yang, gli organi coinvolti e come questi influiscano sul mal di testa che ci può cogliere? Scopriamolo insieme.

Meridiani Yang

I meridiani yang sono sei. Abbiamo il:

    1. Meridiano della Vescicola Biliare – A questo meridiano è collegato il fegato. La rabbia e la frustrazione sono le emozioni che maggiormente danneggiano questo organo.
    2. Meridiano del Triplice Riscaldatore – Il cuore è protagonista di questo meridiano. Un organo tanto importante quanto delicato. Soggetto ai colpi delle preoccupazioni, della tristezza (e della depressione) quanto a quelli della gioia eccessiva.
    3. Meridiano dell’Intestino Crasso – La funzione principale è di preservare la purezza del campo energetico. Da esso dipendono la stitichezza, sia quella fisica, sia quella mentale ed emozionale. I problemi di tipo sociale, familiare e lavorativo colpiscono in maniera particolare questo organo. I pensieri stantii e le emozioni tossiche sommate ad ansia e stress, logorano l’energia legata a questo meridiano.
    4. Meridiano dello Stomaco (e della milza) – Lo stomaco fornisce la saggezza della generosità. A esso è collegata la capacità di assimilare il “nutrimento”, inteso sia come cibo sia come esperienza di vita. Se tale capacità è inibita, si ha un danno, sia allo stomaco sia alla milza che a esso è collegata.
    5. Meridiano Intestino – Predisposto alla separazione del puro dall’impuro. Ha la capacità di distinguere gli amici dai nemici. I nostri rapporti interpersonali hanno ripercussioni su questo organo e su questo meridiano.
    6. Meridiano della Vescica – Definito dalla MTC come il grande mediatore, poiché permette all’energia di fluire liberamente lungo tutti i punti della schiena, garantendo flessibilità e scioltezza dei movimenti. Si tratta di un meridiano che più di altri risente di paura e ansia. Sentimenti che danneggiano anche le reni.

 

Prova un massaggio shiatsu

 

COME LO SHIATSU LENISCE IL MAL DI TESTA

Abbiamo detto ampiamente delle cause esterne (agenti atmosferici, cibo e abitudini) e interne (emozioni, organi e meridiani coinvolti) del mal di testa secondo la medicina tradizionale cinese.

Quello che non abbiamo detto, e che è opportuno trattare adesso, riguarda un aspetto peculiare dello shiatsu. Ovvero, come i tipi di mal di testa si differenziano in base alla zona del capo dolorante e come si interviene con le opportune digitopressioni.

Nello shiatsu vengono individuate tre zone, dove può manifestarsi il mal di testa: la parte frontale, la parte laterale e quella posteriore.

Queste 3 aree corrispondono ai 3 livelli di coinvolgimento dello yang.

La parte frontale è quella che fa riferimento al movimento dell’intestino crasso e dello stomaco. Si riferisce a problemi inerenti il senso di protezione, o di selezione/assorbimento.

Alla parte laterale sono legati i mal di testa che hanno a che vedere con il triplice riscaldatore. Cioè il meridiano che porta energia verso l’interno, e al movimento della vescicola biliare, che invece spinge l’energia verso l’esterno.

La parte posteriore riguarda il movimento acqua della vescica, cioè l’organizzazione, e al movimento fuoco dell’intestino tenue, cioè all’azione.

Facciamo un esempio. Abbiamo un mal di testa che parte dal collo. Da qui si irradia nella parte posteriore della testa. È molto probabile che sia legato a fattori di stress e a carichi di lavoro mentale eccessivi. Oppure che non sia stata protetta la zona muscolare del trapezio (la cosiddetta “porta del vento”). In questo caso, dall’Operatore verranno trattati i meridiani di vescica e intestino tenue.

Oppure: una cattiva digestione può essere all’origine di un mal di testa frontale o laterale destro. In questo caso, per sbloccare il ristagno energetico, il meridiano che verrà trattato sarà quello di stomaco e di intestino crasso.

CONCLUSIONI

La testa è preziosa. Ancora di più il suo sostegno, il collo. Su internet si trovano svariate guide che mostrano su quali punti fare pressione per praticare un auto-massaggio e avere dei rimedi al mal di testa. Ritengo queste guide dannose e vivamente sconsigliate.

Ricordiamo che è opportuno affidarsi per queste cose ad un professionista esperto, e che è saggio evitare di improvvisarsi ciò che non si è.

Lo shiatsu potrà aiutare nel farvi recuperare il benessere perduto a causa dei forti mal di testa. E a tal proposito un ultimo consiglio: quando vi rivolgerete ad un operatore shiatsu, spiegategli bene qual è il vostro malessere con precisione.

Lo shiatsu offre delle validissime linee guida, è adatto a tutti, ma, nello stesso tempo, ogni persona è diversa dall’altra. Perciò queste linee guida devono essere ben adattate alle esigenze specifiche del singolo.

Una spiegazione chiara e particolareggiata del vostro malessere non potrà che agevolare il lavoro dell’operatore, rendere più mirato il trattamento shiatsu e garantirvi un veloce recupero delle vostre energie.

Ti piacerebbe provare un massaggio shiatsu? Clicca qui e trova un operatore qualificato nella tua città

Potrebbe interessarti anche:

Commenta con Facebook:

One Reply to “Lo Shiatsu per il mal di testa”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *